Pedaggio, Fabiani è ottimista «Troveremo la soluzione»

Il segretario Fabiani fa il punto dei temi “caldi”

Autostrada, Tor del Sale e Sel i principali temi affrontati dal segretario del Pd Valerio Fabiani che ha annunciato, ad un anno dal rinnovo degli organi dirigenti del partito, il congresso programmatico (ottobre-novembre), aperto a tutti gli iscritti, ma rivolto soprattutto alle nuove generazioni.

Autostrada. «Il Pd è stato il primo ad organizzare una manifestazione in piazza per sollevare le criticità dell’opera è sempre stato presente, e lo sarà ancora, ai tavoli con Provincia, Regione, Comuni facendosi carico dei problemi legati al rapporto opera-territorio. La 398, così come la Tirrenica sono espressione di una scelta strategica di questo pezzo di Toscana affetto da una grave carenza infrastrutturale e, anche se l’infrastruttura da sola non garantisce lo sviluppo di un territorio, sono convinto che ci sia un forte nesso tra questa carenza e la crisi siderurgica, il deperimento del tessuto economico produttivo e l’allarmante disoccupazione giovanile».

Sul pedaggio. «Credo si possa giungere ad una sintesi individuando esenzioni per alcune categorie ed agevolazioni per altre. Anche perché fare l’autostrada è una priorità non solo per il territorio anche per Sat». Tor del Sale. «Riproporre il carbone per la centrale Enel di Tor del Sale, così come in parte la questione delle attività estrattive, rappresenta un passo in dietro non solo rispetto al futuro modello di sviluppo della Val di Cornia e dell’Elba, ma rispetto anche a quello attuale».

Sel. «C’è disomogeneità tra i comuni della Val di Cornia. Sel mostra un duplice volto essendo a Piombino partito di governo e a San Vincenzo, Campiglia all’opposizione. Questa anomalia, deve essere sanata altrimenti si rischia di indebolire il centrosinistra, sono qui Sel può venire a parlare. Vogliamo aprire un tavolo comprensoriale con i partiti di centrosinistra intraprendendo una strada nuova per il territorio e da qui chiedere anche il confronto con le forze politiche dell’opposizione».
Maila Papi
La Nazione 11.8.2011

Valerio Fabiani, segretario del Pd, difende il progetto Sat per l’autostrada tirrenica

«Strada 398, l’accordo è in sicurezza»

Trattativa per la bretella di Caldanelle, sul pedaggio possibili solo agevolazioni

L’autostrada come strumento di strategia logistica per far fronte a una carenza strutturale che impedisce di fatto la competitività del territorio.
L’importanza tattica del progetto chiama direttamente in causa il prolungamento della strada 398 fino al porto.
Accertata secondo il Pd l’impossibilità dell’esenzione totale dal pedaggio per i residenti, l’obiettivo adesso riguarda l’esonero per alcune categorie e un pagamento agevolato per le altre.
Confermata inoltre l’ipotesi dell’uso del conglomix prodotto dalla Tap per la realizzazione dell’infrastruttura.